Torna indietro

27 apr 2020

Peppe D'Amato del C.V. Bari medaglia di bronzo al Trofeo Interzonale eSailing 1000 x 1VELA

Si è concluso questa mattina il Trofeo Interzonale eSailing “1000 x 1VELA” con l’eccellente risultato di Peppe D’Amato del C.V. Bari che conquista la medaglia di Bronzo nella prima “storica” regata virtuale organizzata dalla Federazione Italiana Vela. Un’altra giornata particolare che sarà ricordata tra quelle del “lock down” per la pandemia” e che aiuta a capire i numeri dei velisti in Italia che fremono per tonare a issare le vele.

Sono stati 1800 gli iscritti, oltre 150 quelli della nostra zona, che hanno partecipato alle 525 regate di selezione che hanno portato stamattina i Top Ten d’Italia a confrontarsi con le 10 wild-card individuate dalla FIV, tra equipaggio di Luna Rossa e Squadra Italiana Olimpica. E quindi comprenderete la soddisfazione dei nostri Peppe e Francesco Papapicco del CN Il Maestrale nell’aver regatato contro Ruggero Tita, Checco Bruni e Max Sirena, battendoli ovviamente, con il solo rammarico per il nostro Francesco che per un solo punto non ha avuto accesso alla medal race.

La vittoria assoluta è andata a Luca Coslovich della XIII Zona (420ista del CV Pietas Julia) davanti campione del mondo di e-Sailing Filippo Lanfranchi della II zona (Starista del CV Viareggio).
 
A Peppe e a Francesco e a tutti gli entusiasti e-sailor pugliesi vanno quindi i complimenti di tutto il Comitato VIII zona per il prestigioso risultato.

Un sentito grazie va anche alla task-force e-sailing di zona, Alessandro Cortese e Gianluigi Macchia che con la preziosa consulenza di Leonardo Ciasca e Peppe D’Amato hanno coadiuvato Alberto La Tegola nelle 35 regate gestite in remoto da Bari e Porto Cesareo. 

Buona connessione e a presto incontrarci in…….presenza velica.


Qui di seguito la cronaca dettagliata delle regate a cura di Leo Ciasca.
 
Ieri si è concluso il primo trofeo interzonale eSailing “MILLE PER UNA VELA” organizzato dalla Federazione Italiana Vela  il nostro Peppe D’Amato del CV Bari conquistare una stupenda medaglia di bronzo dopo due settimane di regate e quasi 1800 avversari.
 
Nutrita la partecipazione degli atleti dell’Ottava Zona con ben 150 nostri tesserati che si sono sfidati in una prima fase di qualificazione zonale dove oltre a Peppe D’Amato si sono qualificati direttamente alle semifinali nazionali Claudio Arborea, Alfonso Palumbo e Diego D’Amato del CV Bari, Davide Pollio della LNI Bari e Francesco Papapicco del CN Il Maestrale , vincendo le rispettive batterie.
 
Ai 90 qualificati dalla fase zonale, si sono poi sommati i dieci vincitori degli spareggi interzonali riservati ai secondi e terzi delle batterie di qualificazione. Sorteggio non molto fortunato nel primo spareggio che ha visto primeggiare Davide D’Amato del CV Bari su Dario Marotta della LNI Bari. Nel settimo spareggio Gianluca Capezzuto lascia tutti con il fiato sospeso con una disconnessione nella prova conclusiva, che fortunatamente non è risultata decisiva, per il passaggio del turno (a pari punt)i. Ultima prova, invece, determinante per Federico De Michele della LNI Monopoli che si è accontentato della seconda posizione dopo esser stato lungamente in testa.. 
 
Nella giornata di ieri i 100 atleti così qualificati si sono sfidati nelle semifinali divisi in 10 batterie con prove tirate e non adatte ai deboli di cuore.
Nella seconda semifinale Peppe D’Amato nell’ultima prova è quarto a 20 metri dall’arrivo, ma compie un autentico miracolo superando due barche: chiudendo secondo dietro il suo diretto avversario conquista la finale per un solo punto. Nella sesta semifinale dopo tre prove Claudio Arborea era secondo, mentre Francesco Papapicco sesto e ben staccato dai primi, ma con un terrificante 1-2, l’entrata in gioco dello scarto e la contestuale defaiance di tutti gli avversari vince sorprendentemente la semifinale. Solo quinto Arborea, ad un solo punto da Papapicco, indice del grande equilibrio della flotta. Sorte avversa per Diego D’Amato, secondo nella decima semifinale, e Alfonso Palumbo, quinto nella quinta, cui costa cara l’ultima prova iniziata da primi della classifica. Chiudono in sesta posizione nelle rispettive semifinali Davide Pollio e Davide D’Amato, autore di un primo e un secondo nella serie, mentre Gianluca Capezzone conclude in settimana posizione.
 
Questa mattina Peppe D’Amato e Francesco Papapicco sono scesi sul campo di regata per disputare la finale assieme agli altri 8 vincitori delle semifinali, 5 atleti di Luna Rossa e 4 atleti della nazionale olimpica.
Dopo 5 prove con 5 imbarcazioni differenti, nonostante un buon quinto posto in R5 con gli F18 Francesco Papapicco (12-9-10-14-5) chiude all’undicesimo posto ad un solo  punto della Medal Race, alla quale invece accede in terza posizione Giuseppe D’Amato (2-3-5-7-6) grazie ad un ottimo inizio e una solida costanza di risultati.

Nella Medal Race D’Amato parte bene, mentre il secondo in classifica Filippo Lanfranchi (8-2-3-6-1) è attardato a causa di una partenza anticipata. Al giro di boa della prima bolina il nostro portacolori è terzo e medaglia d’argento virtuale, nella poppa recupera sul secondo e lo passa ad inizio seconda bolina conservando la posizione fino al traguardo dietro Luca Coslovich (1-1-6-3-4), medaglia d’oro, e davanti a Lanfranchi, che con un bel recupero riesce a conservare il secondo posto per appena due punti.

 https://sailranks.com/v/regattas/1372


Leonardo Ciasca

Condividi con