Il ruolo

TESSERAMENTO FEDERALE 

La permanenza nel Registro degli Istruttori in attività, nonché l’accesso ai Corsi di Formazione, Aggiornamento e Riqualificazione, presuppongono il possesso della Tessera FIV, con la relativa idoneità medico-sportiva, rinnovata annualmente attraverso l’Affiliato di appartenenza. 

ALBO GENERALE 

Gli Istruttori federali che non desiderano iscriversi al Registro degli Istruttori in Attività resteranno inseriti nell’“Albo Generale”, non perderanno le qualifiche acquisite e potranno chiedere anche successivamente, rispettando quanto previsto dalla Normativa in vigore, di accedere al Registro Istruttori in Attività. 

REGISTRO DEGLI ISTRUTTORI IN ATTIVITÀ 

Gli Istruttori in attività presenti nell’Albo generale, in regola con il tesseramento federale e provvisti di visita medica sportiva, dovranno iscriversi al Registro degli Istruttori in Attività versando una quota annuale di € 50,00 che darà diritto a: 

  • Un’assicurazione di responsabilità civile (controllare il sito della Federazione per le clausole e i massimali aggiornati) a totale copertura dell’attività di Istruttore (a terra, in mare, in viaggio etc.), compreso l’affidamento e l’accompagnamento di minori in tutto il mondo oltre a viaggi con qualsiasi mezzo idoneo.
  • Un’assicurazione infortuni (controllare il sito della Federazione per le clausole e i massimali aggiornati). 

FORMAZIONE CONTINUA E PERMANENZA NEL REGISTRO 

La permanenza nel Registro Istruttori in Attività è subordinata ad almeno due aggiornamenti nel corso del quadriennio olimpico (in anni solari distinti) per un totale di almeno 3 crediti formativi. I corsi di aggiornamento frequentati saranno registrati nella scheda intranet dell'Istruttore con il relativo credito formativo. 

La partecipazione e il superamento delle valutazioni finali di un corso di II, III, IV Livello viene considerato quale aggiornamento periodico. Coloro che rientrano nei Quadri della Formazione FIV (es: Coordinatori, Docenti Nazionali, Responsabili Zonali della Formazione Istruttori) e i Tecnici FIV a contratto sono esentati dal soddisfare questo requisito. 

Gli Istruttori che non risultassero iscritti al Registro degli Istruttori in Attività per due anni consecutivi, potranno effettuare nuovamente l’iscrizione solo dopo aver partecipato ad un corso di aggiornamento con le modalità stabilite dalla Normativa vigente. 

I corsi di aggiornamento saranno organizzati dai Comitati di Zona per quanto riguarda gli istruttori di I livello di qualsiasi disciplina, e dalla Formazione FIV per quanto riguarda gli Istruttori di I livello e superiore. 

Per quanto riguarda l’inquadramento degli Istruttori citiamo l’art. 26 del Regolamento allo Statuto Federale:

Art. 26 – Tecnici – Tecnici federali 

  1. Sono qualificati Tecnici i Tesserati che, abilitati a svolgere attività di istruttore, sono inquadrati negli appositi Albi FIV.
  2. I Tecnici devono essere tesserati per svolgere l’attività di Tecnico e mantenere l’inquadramento negli Albi di cui al comma 1, salvo gli eventuali obblighi di partecipazione ai prescritti corsi di formazione e aggiornamento. 
  3. Sono qualificati Tecnici federali i Tecnici che sono nominati dal Consiglio Federale con attribuzione di specifici incarichi nell’ambito della struttura tecnica federale centrale. 

Formazione ed aggiornamento degli Istruttori

I Percorsi Formativi oggetto di questa Normativa sono stati strutturati sulla base di quanto previsto dal “Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici Sportivi” (SNaQ) del CONI e dalle indicazioni contenute nel “MNA National Sail Programme” della World Sailing, con l’obiettivo di accogliere le richieste e le esigenze di Formazione scaturite da una analisi dei fabbisogni degli Istruttori, degli Affiliati, dei Comitati di Zona FIV e della Federazione Italiana Vela. 

Due sono i concetti fondamentali che sono stati osservati nella progettazione dei vari Livelli: la qualifica e la competenza. In particolare: la qualifica come certificazione formale acquisita attraverso il raggiungimento di competenze effettivamente rispondenti ai bisogni delle attività da svolgere; e la competenza come capacità di utilizzare non solo conoscenze, ma anche abilità, attitudini personali, sociali e metodologiche in situazioni reali. 

Secondo la volontà del Governo l’Istruttore di vela diventa anche una professione. A tal fine verrà istituito un Albo degli Istruttori di vela tenuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per accedere al quale bisognerà essere in possesso, fra l’altro, del titolo di Istruttore di Vela FIV, secondo le modalità che saranno precisate nel regolamento al Codice della Nautica. 

L’introduzione di tale figura, pertanto, sebbene non vada a cambiare nella sostanza il percorso formativo dell’istruttore di vela FIV così come è definito dallo SNAQ del CONI, pone sempre di più la Federazione Italiana Vela davanti alla necessità di uniformare su tutto il territorio l’iter per il conseguimento del titolo di Istruttore di Vela e garantire il raggiungimento di quelle competenze di cui si è parlato in precedenza. 

Nell’ottica di una Formazione Permanente, gli istruttori che desiderano mantenere l’iscrizione al Registro Istruttori FIV in attività così come all’Albo degli Istruttori di Vela del MIT, dovranno partecipare periodicamente a corsi di aggiornamento ed iniziative di formazione, secondo le modalità indicate nei paragrafi seguenti. 

Dal 2018, la Formazione FIV prevede l’organizzazione a livello territoriale di corsi per Dirigenti Sportivi mirati a qualificare sempre più chi opera, anche in maniera volontaria, all’interno delle Associazioni e Società Sportive con l’intento di diffondere una consapevolezza del ruolo del dirigente sportivo e delle responsabilità che tale ruolo impone nell’esercizio delle attività quotidiane del club e, al tempo stesso, fornire gli strumenti per accrescere le proprie competenze e per garantire uno svolgimento dell’attività in sintonia con le norme e i regolamenti vigenti. 

Formazione dei Quadri Federali e Crediti 

Il rilascio di un Attestato/Brevetto federale (qualifica) attesta il raggiungimento del livello minimo di competenza richiesto dalla FIV per svolgere l’attività specifica, nelle strutture federali ed in quelle riconosciute. 

La competenza specifica dovrà essere sviluppata attraverso l’esperienza pratica presso le Scuole di Vela, le attività proposte dai Comitati di Zona e la partecipazione obbligatoria ai Corsi di Aggiornamento e Riqualificazione organizzati dalla FIV. 

Aderendo al Sistema Nazionale di Qualifiche (SNaQ) dei Tecnici Sportivi del CONI – a sua volta ispirato all’European Qualification Framework (EQF) dell’Unione Europea – ad ogni livello di Corso è assegnato un numero di crediti che rappresenta il grado di competenza acquisito. 

Per ogni altra informazione in merito consultare la Normativa Quadri Tecnici su: www.federvela.it

Condividi con