CLUB VELICO CROTONE - CLASSE OPTIMIST I^ SELEZIONE NAZIONALE PER CAMPIONATO EUROPEO E MONDIALE 1-4 maggio 2014

I 160 timonieri più forti d'Italia si sono affrontati a Crotone per qualificarsi agli europei di Dublino ed ai mondiali che quest'anno si disputeranno a San Isidro in Argentina.

L'VIII Zona che ha partecipato alle selezioni con 5 atleti accompagnati dai tecnici Beppe Palumbo e Michele Ricci, ha calato un tris d'assi con Chiara Scarangella (CV Bari), Camilla Manzi (LNI Trani) e Vincenzo Rubino (CV Bari) che andranno a Follonica per partecipare alle prove conclusive.

I bravissimi Adriano Notarangelo (LNI Trani) e Chiara Di Tonno (CV Bari) non ce l'hanno fatto di un soffio e con un pizzico di fortuna in più, sarebbero rientrati a pieno titolo tra i classificati.

Marcello Meringolo, Tecnico Nazionale Classe Optimist, fa il punto della situazione a metà del percorso delle qualificazioni

"La lunga corsa delle selezioni nazionali 2014, è iniziata a Crotone, con 6 prove effettuate, in tutte le condizioni possibili. Le prime due prove, caratterizzate da vento leggero, hanno risaltato le qualità dei più leggeri, ma anche confermato il buon stato di forma di alcuni senatori della flotta, che hanno ampiamente retto il colpo.
Nella terza prova della prima giornata, il vento è aumentato un po' rispetto alle prime due, con un campo di regata che comunque ha nascosto diverse insidie tattiche un po' per tutti.
Messa in archivio la prima giornata con tre prove, che vedeva in testa Luca Valentino, davanti a Gaia Bergonzini, si è andati in acqua nella seconda giornata con un vento da sud nell'arco della giornata è aumentato in maniera decisa, mettendo in difficoltà molti concorrenti soprattutto nella quinta e sesta prova.
La giornata alla fine ha sorriso ad Arianna Passamonti, che con tre primi posti, è balzata in testa alla classifica generale, davanti a Davide Duchi e Luca Valentino, Elisabetta Fedele e Rodolfo Silvestrini.
Nelle ultime due prove di giornata, il vento e l’onda sono aumentati molto e le doti tecniche e fisiche dei più bravi sono venute fuori, con alcuni giovani che si sono messi in evidenza nonostante il peso leggero.
Nella terza giornata, purtroppo non si è regatato perché il vento non è mai stato sufficiente per poter chiudere il programma completo delle nove prove.
Alcune considerazioni possiamo già farle dopo questa selezione:
- con vento forte, sono stati molti i danni alle attrezzature delle barche, che denotano uno scarso controllo sulle stesse, in vista di regate così importanti
- un fischietto sciolto e due squalifiche per stazza, sono il bilancio finale
- un UFD in sei prove … L’utilizzo della “U” è entrata a pieno regime in questa regata e la condotta sulle partenze, generalmente è stata soddisfacente.
- il numero di prove da fare ancora, sono potenzialmente 12, quindi in molti possono ancora regatare per qualificarsi … Ragazzi lavorate e credeteci sempre!

Un grazie va agli amici del Club Velico Crotone (a tutto lo staff e tutti i volontari) che hanno fatto un lavoro veramente egregio così come un grazie al Comitato di Regata, presieduto da Roberto Lachi, al Comitato per le proteste, presieduto da Beppe Lallai e alla Commissione di Stazza, presieduta da Alberto Pindozzi.
Appuntamento a Follonica, dove avremo il verdetto finale di questa selezione, e potremo iniziare a preparare in maniera definitiva le prossime trasferte estere".